Per tutto il 2016 Medici Senza Frontiere (MSF) ha continuato a concentrarsi sulla cura dell'HIV in Algeria.

La presenza di MSF nel paese

Anno del primo intervento di MSF nel paese: 1998.

 

Cosa facciamo

Nel 2015, MSF ha avviato un programma volto ad aumentare la disponibilità di cure per l'HIV per gruppi di soggetti vulnerabili, quali migranti, tossicodipendenti facenti uso di droghe per via endovenosa e prostitute. Da allora, MSF lavora a stretto contatto con due organizzazioni algerine in alcuni centri gestiti dal Ministero della Salute e altri partner, tra cui uno nella città portuale di Annaba.

MSF contribuisce ad aumentare la consapevolezza in merito alle strategie di prevenzione dell'HIV attraverso la promozione della salute e l'attività di sensibilizzazione dei gruppi a rischio. Le équipe offrono anche servizi di test nelle comunità e forniscono ai centri di riferimento un supporto tecnico per standardizzare il trattamento, il monitoraggio e i protocolli.

Nel 2016, MSF ha donato apparecchiature di laboratorio e ha sostenuto il decentramento delle cure.

 

La mappa dei nostri interventi