MSF collabora con il Ministero della Sanità in Bielorussia per migliorare l'adesione al trattamento dei pazienti affetti da tubercolosi multi-resistente ai farmaci (MDR-TB).

La presenza di MSF nel paese

  • Operiamo nel paese dal 2015.
  • Nel 2016 abbiamo sottoposto a un nuovo trattamento 50 pazienti con TB estensivamente resistente ai farmaci

 

Cosa facciamo

Secondo il rapporto globale del 2016 sulla tubercolosi dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, la Bielorussia è un paese ad alto tasso di MDR-TB. MSF sostiene il Ministero della Salute in quattro strutture per la cura della TB: il Centro Scientifico e Pratico Repubblicano di Pneumologia e Tubercolosi (RSPC PT), il primo e il secondo dispensario cittadino per la TB di Minsk e l'ospedale cittadino per la TB a Volkovichi, nella regione di Minsk. Ogni mese, MSF fornisce assistenza psicologica (consulenze, pacchetti alimentari, buoni di trasporto, assistenza da parte di assistenti sociali) a 150-200 pazienti per aiutarli a seguire il trattamento. Nel 2016, MSF ha condotto un‘analisi che ha identificato il disturbo da abuso di alcol come uno dei principali fattori di rischio per la scarsa adesione e ora l'équipe sta affrontando problema nel programma.

Prima della fine del 2016, MSF trattava anche 50 pazienti con TB estensivamente resistente ai farmaci con un nuovo regime contenente bedaquilina e delamanid.

Il progetto di MSF partecipa allo studio osservazionale endTB (output 1). Lo studio interessa più di 15 paesi e mira a trovare trattamenti più brevi, meno tossici e più efficaci per la TB multi-resistente ai farmaci (MDR-TB), con meno effetti collaterali debilitanti. MSF conduce lo studio in collaborazione con Partners In Health e Interactive Research and Development. Entro la fine di dicembre 2016, 46 pazienti in Bielorussia erano stati reclutati nello studio.

Alla fine dell'anno, MSF e RSPC PT hanno ottenuto l'approvazione delle autorità di regolamentazione e del comitato etico a collaborare in una sperimentazione clinica sulla MDR-TB che si svolgerà contemporaneamente allo studio "endTB".

 

Cosa dicono i nostri pazienti

Anastasia, 30 anni, è originaria di Minsk e le è stata diagnosticata la MDR-TB nel novembre del 2015.

"Sapere che sei malato è uno shock. Non senti niente, non fa male. Ma poi hai paura: cosa diranno sul lavoro? Ho lasciato il mio lavoro, ho trascorso tre mesi in ospedale. Mi sentivo male a causa delle medicine: avevo nausea, non riuscivo a digerire, non avevo la forza di alzarmi, avevo le vertigini e dolori alle articolazioni. Si devono assumere quotidianamente i farmaci sotto supervisione medica, perché nessuna persona sana di mente può riuscire a inghiottire roba che produce effetti collaterali così gravi. Ed è così ogni giorno, non solo per una settimana, un mese o addirittura un anno, ma per 18-20 mesi... MSF mi è stata accanto. Sono grata per il supporto inestimabile. Quante volte ho visto la gioia negli occhi dei pazienti che uscivano dall'ufficio del consulente!".

 

La mappa dei nostri interventi

Notizie & Pubblicazioni correlate