La Guinea-Bissau è tra i Paesi più poveri e meno sviluppati del mondo. Nel 2016, la continua instabilità politica ha indebolito ulteriormente il fragile sistema sanitario.

La presenza di MSF nel paese

  • Anno del primo intervento di MSF nel paese: 1998
  • Nel 2016 abbiamo effettuato 51.000 consultazioni mediche

 

Cosa facciamo

Nella regione centrale di Bafatá, MSF ha continuato a lavorare per ridurre la mortalità infantile gestendo i reparti di neonatologia e pediatria dell'ospedale regionale insieme a un programma nutrizionale per bambini al di sotto dei 15 anni di età.

Le équipe di MSF presso il dipartimento pediatrico dell'ospedale regionale di Bafatá, centro di riferimento per l'intera regione

Le équipe hanno sostenuto diversi centri sanitari nelle aree rurali e formato operatori sanitari specializzati nelle comunità per diagnosticare e trattare diarrea, malaria e infezioni respiratorie acute, e per rilevare e segnalare casi di malnutrizione. È stato inoltre implementato un sistema di trasferimento dalla comunità all'ospedale.

 

Combattere la malaria

Per affrontare l'annuale aumento stagionale dei casi di malaria, MSF ha raddoppiato la capacità dei posti letto dell'ospedale regionale nei mesi di incidenza più elevata. Come misura preventiva ulteriore, l'équipe ha implementato per la prima volta una strategia di chemio-prevenzione malarica stagionale, raggiungendo 25.000 bambini a Bafatá.

Poiché la malaria è una delle malattie più diffuse nel Paese, molti bambini con la febbre subiscono diagnosi errate e sono trattati sbrigativamente con farmaci antimalarici. Per prevenire questa pratica, MSF ha avviato uno studio per documentare il profilo epidemiologico delle malattie presenti a Bafatá e creare un albero diagnostico semplice che consenta al personale medico di diagnosticare correttamente la malattia di un bambino e trattarla efficacemente.

 

Un nuovo progetto nella capitale

Un’operatrice di MSF visita un bambino nell'unità di emergenza pediatrica e di terapia intensiva pediatrica (PICU) a Bissau

A febbraio, MSF ha iniziato a lavorare nel principale ospedale pediatrico del Paese, nella capitale Bissau, gestendo l’unità di terapia intensiva (PICU) 24 ore al giorno. L'équipe ha lavorato a stretto contatto con i servizi pediatrici del Ministero della Salute per ridurre l'elevato tasso di mortalità infantile nella PICU, dovuto principalmente a sepsi neonatale, infezioni delle vie respiratorie inferiori e malaria.

 

La mappa dei nostri interventi